3

pappardelle prezzemolate con gamberetti e uova di lompo

Metti una sera a cena…con una vecchia amica, metti che in dispensa trovi un barattolo di uova di lompo o uova di ciclottero, come la mia colta amica mi ha specificato, metti che una vecchia ricetta ti salga alla mente…Non ti rimane altro da fare che cucinare, aprire una bottiglia di delizioso vino, ridere, mangiare, chiaccherare e anche fotografare queste meravigliose pappardelle impreziosite da  deliziosi pallini neri , le uova di lompo appunto.

A parte gli scherzi, l’ingrediente principale è  un po’ pretensioso, evoca piatti sontuosi, può essere utilizzato in un menù di vigilia natalizia o di altra festa importante, ma io ve lo racconto come un piatto di facile esecuzione , molto gustoso e anche economico , vi suggerisco di cucinare queste pappardelle alle uova di lompo  quando vi va!

L’amica che ha collaborato con me in cucina e che ha abbinato il vino la trovate qui: Vinotype

Per le pappardelle prezzemolate:

150 gr di farina di grano duro

150 gr di farina 0

3 uova medie intere

un mazzo di prezzemolo possibilmente con le foglie piccole

un pizzico di sale

 

Su un piano disponete le due farine e il sale,  create al centro una fontana dove aprirete le uova

cominciate a sbattere le uova con una forchetta per amalgamare i tuorli con gli albumi, poi iniziate ad incorporare anche la farina facendo attenzione a non rompere la sponda della fontana fino a quando il centro è ancora liquido. Quando quasi tutta la farina è stata incorporata iniziate ad impastare con le mani fino a formare un panetto liscio. Coprite il panetto con della pellicola da cucina e lasciatelo riposare per circa un’ora.  Riprendete il panetto e dividetelo con un coltello in 4 parti, prendetene una e

ricoprite le altre con la pellicola per non farle seccare.  Appoggiate il panetto sulla spianatoia, spolverate un po’ di farina ed appiattitelo con il palmo delle mani. Cominciate a far passare la pasta attraverso i rulli della macchinetta iniziando dallo spessore maggiore e facendola ripassare gradatamente verso gli spessori minori, se tende ad appiccicarsi mettete un po’ di farina sulla pasta, pulite i rulli e continuate. Il mio ultimo spessore è stato il numero 7 e la mia macchinetta arriva al 9, è per dirvi che non dovete arrivare allo spessore minore, ma dovete fermarvi un po’ prima. A questo punto poggiate la sfoglia su un tavolo e allineate sulla metà di sinistra le foglie di prezzemolo in lunghe file, abbastanza vicine fra loro fino a formare una sorta di strato di prezzemolo. Fate attenzione a togliere tutto il gambo perché altrimenti potrebbe forarvi la pasta. Ripiegate ora la metà di destra sopra lo strato di prezzemolo e passate una o due volte con un mattarello per bloccare il tutto.  Riprendete la sfoglia e ripassatela, con un po’ di attenzione, nell’ultimo spessore che avete usato. Posare di nuovo la sfoglia sul tavolo, tagliate con una rondella delle liste di circa 1,5/2 cm. Le pappardelle vi appariranno come se ci aveste disegnato sopra delle foglie di prezzemolo. Mettete le pappardelle su un vassoio con della farina e …andate a mettere l’acqua sul fuoco!

Per il condimento

5 mestoli di fumetto di pesce  (bollite per circa  un ora, qualsiasi scarto di pesce con una cipolla, un pezzetto di sedano, uno spicchio di aglio e un po’ di prezzemolo, sale e pepe)

60 gr di burro salato

3 cucchiai di crema di latte

3 hg di code di gambero sgusciate

una manciata di prezzemolo tritato più qualche foglia intera per guarnire

una scatolina di uova di lompo nere.

Mentre l’acqua per la pasta si scalda mettete in una padella dai bordi alti il fumetto di pesce e fatelo  ridurre a fuoco alto di un terzo, unite il burro a pezzetti e la panna mescolando con una frusta per rendere il tutto cremoso. Unite le code di gambero, 2 cucchiai di uova di lompo e il prezzemolo. Appena l’acqua bolle salate con parsimonia e buttate le pappardelle, tirarle su quasi subito, mettetele nella padella e mantecatele. Impiattate arrotolando un po’ di pappardelle su un forchettone, posate il rotolone al centro di un piatto e guarnite con un cucchiaino di uova di lompo, le foglie di prezzemolo, cospargete con un po’ del sughetto e una spolverata di pepe.volendo si possono aggiungere zeste di limone bio

Abbiamo provato per voi : un goccio di olio EVO a crudo , di buona qualità mi raccomando, ne esalta il sapore…provare per credere!!!

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *