chutney

CHUTNEY ALLE DUE MELE, per sentirci un po’ esotici!

Questo blog è nato con l’intento di regalarvi le ricette che , da brava  cuoca casalinga , di tanto in tanto sperimento nella mia amata cucina.

Succede poi che la ricetta è pronta, me non c’è il tempo per fotografarla, è ora di cena, i ragazzi sono affamati, la pietanza scompare dal piatto…e io mi dico va beh ci riprovo un altro giorno.

Ma ora ho trovato i tempi giusti e nessuno mi fermerà più!

Oggi mi sento esotica e quindi voglio iniziare con questo chutney. 

E’ un piatto che ho conosciuto da poco, si tratta di una salsa agrodolce, di origini indiana. La ricetta originale è fatta con il mango, ma questo può essere sostituito da altri tipi di frutta e/o verdura.

E’ una di quelle ricette , che io adoro, dove posso usare come ingredienti ciò che staziona nel frigo da tempo, una cosidetta ricetta “spazza dispensa”.

In questo caso dal fondo del frigo mi facevano l’occhiolino da tempo due mele cotogne, avanzate dalla cotognata, e due mele renette avanzate da una torta di mele.

Quindi…eccovi la ricetta

Ingredienti:

due mele cotogne, due mele renette,  una cipolla media possibilmente rossa,100 gr di uvetta, 100 gr di pinoli, 4 cucchiai di zucchero di canna, 200 ml di aceto di mele, un cucchiaino di senape, un cucchiaino di pepe, un cucchiaino di zenzero tritato, un peperoncino possibilmente fresco, sale, una pentola dal fondo spesso che permetta una cottura lenta ( io ho usato una pentola di coccio)

Il procedimento è molto semplice, bisogna tagliare tutti gli ingredienti a pezzi grossolani e metterli nella casseruola con l’aceto e le spezie. Cuocere il tutto a fuoco lento girando di tanto in tanto con una paletta di legno fino a che la frutta non risulti un po’ sfatta e l’aceto sia del tutto evaporato.

Se volete conservarla mettetela in barattoli di vetro puliti, e sterilizzateli. Io l’adoro come accompagnamento al bollito di manzo e pollo, è ottima anche con i formaggi o per un esotico crostino

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *