DSC_0072 - Copia

che se magnamo oggi?

CHE SE MAGNAMO OGGI? ‘NA CARBONARA? ‘NA MATRICIANA? ‘NO SPAGHETTO CACIO E PEPE? Un romano non può non aver provato almeno una volta a preparare uno di questi condimenti per gustare un bel piatto di pasta asciutta!  Saperli fare ad arte però è un’altra storia. A casa di Silvia non c’era pranzo della domenica senza la matriciana, un’abitudine che col tempo si è trasformata in tradizione di famiglia. Vai a sapere poi se quella matriciana o amatriciana che preparava mamma Bruna era davvero fatta secondo la ricetta originale con il guanciale, lo strutto, il peperoncino e il pecorino di Amatrice! Perché se al posto del guanciale si usa la pancetta e del pecorino di Amatrice, quello romano…non è mica la stessa cosa! A casa di Fulvia, invece, non c’è mai stata una gran differenza tra pancetta e guanciale, erano entrambi considerati alimenti troppo grassi e dannosi per la salute e per mangiare un bel piatto di matriciana o di carbonara ha dovuto aspettare di andarsene di casa! La carbonara, piatto inventato dai carbonai e chiamato all’inizio cacio e ova, prevede, al contrario della matriciana, l’uso di pancetta e pecorino romano con l’aggiunta del pepe. Insomma queste cose bisogna saperle altrimenti de che stamo a parlà? Anche in cucina le tradizioni sono importanti e vanno rispettate. Per non parlare del cacio e pepe, uno dei piatti più famosi della tradizione romana…in fondo che ce vo’  si tratta solo di mantecare un po’ di spaghetti, pepe e pecorino ma attenzione, se non si conoscono alcuni piccoli trucchi si rischia di fallire! Uffa! Non si finisce mai d’imparare…

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *